Dentro l’Opera dal 1600

CAPROLI Carlo, detto Carlo o Carluccio del Violino. – Nato probabilmente a Roma verso il 1615, non si hanno molte notizie sulla sua attività giovanile. Che fosse romano lo si desume da un manoscritto di due cantate del 1646, conservato nel conservatorio di Napoli, in cui viene designato come “Carlo Caproli Romano”; a Roma comunque visse e operò gran parte della sua vita acquistando fama di compositore tra i più insigni del suo tempo. Giovanissimo, divenne allievo di L. Rossi, che forse facilitò il suo ingresso al servizio di Nicolò Ludovisi, nipote di Innocenzo X. Nessuna testimonianza è rimasta che possa giustificare una sua attività in campo strumentale come compositore; pertanto non è improbabile che il soprannome “del violino”, piuttosto che ad una reale qualifica professionale in questo senso, si riferisca alle particolari doti esecutive che contribuirono a renderlo famoso, anche in considerazione del fatto che sin dal 1649 egli era stato chiamato a far parte della cappella di S. Luigi dei Francesi come secondo violino.

(continua) – http://www.treccani.it/enciclopedia/caproli

 

Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 19 (1976)
di Raoul Meloncelli

Lascia un commento