ART BONUS: 100 Mecenati per lo Sferisterio

sferisterio-sold-out

I soggetti che effettueranno l’erogazione liberale per il sostegno della cultura potranno godere dei benefici fiscali sotto forma di credito d’imposta.

Lo Sferisterio, la Camera di Commercio di Macerata, con l’aiuto dei club service, hanno lanciato il 26 maggio 2016 il progetto dei “Cento Mecenati”, ovvero cento persone che amano l’arena maceratese e decidono di sostenerla tramite l’iniziativa “Art Bonus”.

L’ “Art Bonus” è un DL partito a maggio del 2014 e per diversi mesi ci si è interrogati sulla sua effettiva efficacia e non sono mancate le critiche di chi considerava questo provvedimento un vero flop. (decreto legge n. 83/2014 “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”)

Dopo due anni, forse anche grazie ad una campagna di comunicazione istituzionale ad hoc, il bilancio del provvedimento è positivo. La legge di stabilità 2016 ha reso permanente l’Art Bonus, con un’agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura.

Chi sono i soggetti a cui spetta l’Art Bonus?

  • Persone fisiche che NON svolgono attività d’impresa;
  • Enti che NON svolgono attività d’impresa;
  • Titolari di reddito d’impresa.

A quanto ammonta lo sconto fiscale?

L’agevolazione fiscale del 65% si traduce in uno sconto fiscale così ripartito:

  • per le persone fisiche ed enti che non svolgono attività commerciale (dipendenti, pensionati, professionisti), il credito d’imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile;
  • per i soggetti titolari di reddito d’impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale, il credito d’imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

Per quali interventi scatta l’Art Bonus?

Lo sconto fiscale scatta in caso di risorse destinate per interventi di:

  • manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici;
  • sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica, delle fondazioni lirico-sinfoniche e dei teatri di tradizione;
  • realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

Fonti:

http://artbonus.gov.it/cose-artbonus.html
https://www.forexinfo.it/Art-Bonus-come-funziona-l
http://www.picchionews.it/art-bonus-un-progetto-di-mecenatismo-culturale-per-lo-sferisterio/

Lascia un commento